Taghome furniture

soft furniture in your home

studio-van-de-klomp-soft-cabinet-1-green

Studio Dewi van de Klomp

la gommapiuma vista, nello studio olandese, come materiale di arredo.
“Place your precious cups, books, or plants in the incisions of the belly to protect or to show them with proud.”

studio-van-de-klomp-soft-cabinet-4-small-600x900

via makezine

sestini e corti

recuperiamo materiali come legno, ferro, pietra, per realizzare oggetti ed elementi di arredo in chiave contemporanea.
grazie alla continua e costante collaborazione con gli artigiani locali, le nostre ristrutturazioni e produzioni di mobili e oggetti con materiali recupero sono uniche e nel perfetto stile toscano.

(…) cose semplici, lineari che a noi piacciono perchè il contrasto che si crea tra un materiale grezzo ed il design è sempre qualcosa di unico sestini e corti

e piacciono davvero anche a noi.
grazie per aver scritto.

verona

tra il romantico e il dark, il narrativo che arreda di anna james intitolato verona, per ricordare la sua visita nella casa di romeo e giulietta.
personalmente, molto british :)

via

my bright baby


adorabili! pupattole dalla testa piena di idee brillanti, illuminano un angolo. magari nella camera dei piccoli.
un’idea di riutilizzo di terminal3design. da provare!


via recyclart

squint limited

“Furniture frames are constructed by hand with hard wood, dowelled joints and hand carved mahogany legs. The fabrics used are woven English damasks and shot silver and gold satins with Swarovski rose crystal and pearl detailing.

Each piece is unique and a testament to the nature of couture craftsmanship.”

squint, a londra.

tonda è salvaspazio

lazy susan kitchen, è questo il nome della cucina in cui ogni elemento ruota di 360 gradi, completa di elettrodomestici e richiudibile attraverso due pannelli.

ping pong door

“Designed by Tobias Fränzel, this innovative door turns into a ping pong table when needed. After the game is finished, it goes back to being a regular door.”

via toxel

© 2015 | Indie-guest

Theme by Anders NorenUp ↑