.

.
aurora robson e le 15 mila bottiglie ‘montate’ nella sua the great indoors. un tunnel dalle tinte pastello attraversabile, dalle sembianze di una membrana organica e lucente, riconducente a scenari e processi molecolari.